Maria AUSILIATRICE

Maria AUSILIATRICE

venerdì 28 ottobre 2016

Catechesi mariane di Giovanni Paolo II

36." MARIA NELLA NASCITA DI GESU’ "

Mercoledì, 20 novembre 1996

1. Nel racconto della nascita di Gesù l’evangelista Luca riporta alcuni dati, che aiutano a meglio
comprendere il significato dell’evento. Ricorda, anzitutto, il censimento ordinato da Cesare
Augusto, che obbliga Giuseppe, "della casa e della famiglia di Davide", e Maria sua sposa a recarsi
"alla città di Davide chiamata Betlemme" (Lc 2,4). Informandoci sulle circostanze in cui si
realizzano il viaggio e il parto, l’evangelista ci presenta una situazione di disagio e di povertà, che
lascia intravedere alcune fondamentali caratteristiche del regno messianico: un regno senza onori e
poteri terreni, che appartiene a Colui che, nella sua vita pubblica, dirà di se stesso: "Il Figlio
dell’uomo non ha dove posare il capo" (Lc 9,58).

giovedì 27 ottobre 2016

Francesco raccomanda la preghiera del Rosario

Alla fine del mese di ottobre – periodo mariano per eccellenza assieme a maggio – papa Francesco ha raccomandato la recita della “preghiera del rosario”.

Al termine dell’Udienza Generale odierna, al momento del consueto saluto ai giovani, ai malati e agli sposi novelli, il Santo Padre ha indicato questa “semplice preghiera mariana”, perché indichi ai giovani “la strada per interpretare la volontà di Dio” nella loro vita.

domenica 16 ottobre 2016

Lettera di Sr Maria Luisa Miranda

Alle Presidenti delle Conferenze Interispettoriali
Alle Ispettrici
Alle Superiore di Visitatoria


15 ottobre 2016

 Carissime sorelle,

mi rivolgo a voi in questo mese del Santo Rosario, in cui ci sentiamo unite come una corona intorno a Maria Madre di Misericordia. La dolcezza del suo sguardo continua ad accompagnarci in quest’Anno Santo, perché tutti possiamo riscoprire la gioia della tenerezza di Dio. Tutto nella sua vita è stato plasmato dalla presenza della misericordia fatta carne.[1]

24 ottobre. La FMA: una vita guidata e ispirata da Maria (Cost. 1 e 4)

24 ottobre. La FMA: una vita guidata e ispirata da Maria (Cost. 1 e 4)

1.      Con Maria: contempliamo la presenza e l’azione di Maria nella nostra vita
All’origine del nostro Istituto, dice l’articolo 1 delle Costituzioni, sta un meraviglioso intreccio di provvidenziali interventi, che vede coinvolti in modo particolare tre protagonisti: lo Spirito Santo, Maria Ausiliatrice e San Giovanni Bosco. Il dono di Dio a favore delle giovani, infatti, ovvero la fondazione di un nuovo Istituto religioso totalmente dedicato a rispondere alle loro attese più profonde di salvezza, raggiunge Mornese passando attraverso la duplice mediazione di un padre e di una Madre: per opera dello Spirito Santo, infatti, siamo Figlie di Don Bosco e di Maria Ausiliatrice. Madre Mazzarello ne era ben consapevole e perciò invitava le suore ad osservare le Costituzioni, insistendo sul fatto che «Le Costituzioni ce le ha date don Bosco e don Bosco sa ciò che vuole da noi Maria Ausiliatrice» (Maccono II, 133).

24 de Outubro - A FMA: uma vida guiada e inspirada por Maria (Const. 1 e 4)

24 de Outubro - A FMA: uma vida guiada e inspirada por Maria (Const. 1 e 4)


1.      Com Maria: contemplemos a presença e a acção de Maria na nossa vida

Na origem do nosso Instituto, diz o artigo 1 das Constituições, está um enredo maravilhoso
de intervenções providenciais em que se vêem envolvidos, de modo particular, três protagonistas: o Espírito Santo, São João Bosco e Maria Auxiliadora. O dom de Deus, na verdade, em favor das jovens, ou a fundação de um novo Instituto religioso totalmente dedicado a responder às suas aspirações mais profundas de salvação, chega a Mornese através da dupla mediação de um sacerdote e de una Mãe: na verdade, por obra do Espírito Santo, somos Filhas de D. Bosco e de Maria Auxiliadora. Madre Mazzarello era disso bem consciente e, a cada passo, convidava as Irmãs a observarem as Constituições, insistindo no facto de que «As Constituições nos foram dadas por D. Bosco e ele sabe bem aquilo que Maria Auxiliadora quer de nós» (Maccono II, 133).

October 24 The FMA: A life guided and inspired by Mary (Const. 1 and 4)

October 24
The FMA: A life guided and inspired by Mary (Const. 1 and 4)

1.      With Mary: We contemplate Mary’s presence and action in our lives
At the beginning of our Institute there was a marvelous weaving of Providential interventions, as Article 1 of our Constitutions say, involving three protagonists, in particular: the Holy Spirit, St. John Bosco, and Mary Help of Christians.  This gift from God for the sake of the young; i.e., the founding of a new Religious Institute totally dedicated to responding to their deepest expectations of salvation, reaches Mornese through the double mediation of a father and of a Mother: through the work of the Holy Spirit, we are, in fact, Daughters of Don Bosco and of Mary Help of Christians.  Mother Mazzarello was well aware of this and, therefore, invited her Sisters to observe the Constitutions, insisting on the fact that “The Constitutions were given us by Don Bosco and Don Bosco knows what Mary Help of Christians wants of us.”  (Maccono II 133)

24 de octubre sp. La FMA: una vida guiada e inspirada por María (Const. 1 y 4)

24 de octubre. La FMA: una vida guiada e inspirada por María (Const. 1 y 4)

1.      Con María: contemplamos la presencia y la acción de María en nuestra vida
En el origen de nuestro Instituto, dice el artículo 1 de las Constituciones, se encuentra un maravilloso entretejido de providenciales intervenciones, que ve involucrados, de manera particular, tres protagonistas: el Espíritu Santo, María Auxiliadora y San Juan Bosco. El don de Dios en favor de la juventud, en efecto, o sea la fundación de un nuevo Instituto religioso totalmente dedicado a responder a sus aspiraciones más profundas de salvación, llega a Mornese pasando a través de la doble mediación de un padre y de una madre: por obra del Espíritu Santo, en efecto, somos Hijas de Don Bosco y de María Auxiliadora. Madre Mazzarello estaba bien consciente y, por tanto, invitaba a las hermanas a observar las Constituciones, insistiendo sobre el hecho que las Constituciones «Nos las ha dado Don Bosco y Don Bosco sabe lo que quiere de nosotras María Auxiliadora...» (Maccono II, 135).

24 de octubre sp. La FMA: una vida guiada e inspirada por María (Const. 1 y 4)

24 de octubre. La FMA: una vida guiada e inspirada por María (Const. 1 y 4)

1.      Con María: contemplamos la presencia y la acción de María en nuestra vida
En el origen de nuestro Instituto, dice el artículo 1 de las Constituciones, se encuentra un maravilloso entretejido de providenciales intervenciones, que ve involucrados, de manera particular, tres protagonistas: el Espíritu Santo, María Auxiliadora y San Juan Bosco. El don de Dios en favor de la juventud, en efecto, o sea la fundación de un nuevo Instituto religioso totalmente dedicado a responder a sus aspiraciones más profundas de salvación, llega a Mornese pasando a través de la doble mediación de un padre y de una madre: por obra del Espíritu Santo, en efecto, somos Hijas de Don Bosco y de María Auxiliadora. Madre Mazzarello estaba bien consciente y, por tanto, invitaba a las hermanas a observar las Constituciones, insistiendo sobre el hecho que las Constituciones «Nos las ha dado Don Bosco y Don Bosco sabe lo que quiere de nosotras María Auxiliadora...» (Maccono II, 135).

sabato 15 ottobre 2016

Catechesi mariane di Giovanni Paolo II

35."NEL MAGNIFICAT MARIA CELEBRA L’OPERA MIRABILE DI DIO"

Mercoledì, 6 novembre 1996

1. Ispirandosi alla tradizione veterotestamentaria, col cantico del Magnificat Maria celebra le
meraviglie compiute in lei da Dio. Il cantico è la risposta della Vergine al mistero
dell’Annunciazione: l’angelo l’aveva invitata alla gioia, ora Maria esprime l’esultanza del suo
spirito in Dio salvatore. La sua gioia nasce dall’aver fatto l’esperienza personale dello sguardo
benevolo rivolto da Dio a lei, creatura povera e senza influsso nella storia. Con l’espressione
Magnificat, versione latina di un vocabolo greco dello stesso significato, viene celebrata la
grandezza di Dio, che con l’annuncio dell’angelo rivela la sua onnipotenza, superando attese e
speranze del popolo dell’Alleanza e anche i più nobili desideri dell’anima umana. Di fronte al

domenica 9 ottobre 2016

Giubileo Mariano

GIUBILEO STRAORDINARIO DELLA MISERICORDIA
PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO
Piazza San Pietro
Sabato, 8 ottobre 2016


Cari fratelli e sorelle,
in questa Veglia abbiamo ripercorso i momenti fondamentali della vita di Gesù, in compagnia di Maria. Con la mente e il cuore siamo andati ai giorni del compimento della missione di Cristo nel mondo. La Risurrezione come segno dell’amore estremo del Padre che tutto riporta in vita e come anticipo della nostra condizione futura. L’Ascensione come condivisione della gloria del Padre, dove anche la nostra umanità trova un posto privilegiato. La Pentecoste, espressione della missione della Chiesa nella storia, fino alla fine dei tempi, sotto la guida dello Spirito Santo. Negli ultimi due misteri, inoltre, abbiamo contemplato la Vergine Maria nella gloria del Cielo, lei che fin dai primi secoli è stata invocata come Madre della Misericordia.

giovedì 6 ottobre 2016

Come introdurre alla preghiera del Rosario

5 Consigli pratici per imparare 

a pregare la corona



La preghiera del Rosario è una preghiera semplice, popolare, accessibile a tutti: è la preghiera che la Mamma del Cielo insegna ai suoi bambini. Il Rosario è una preghiera del cuore, un dono che Maria ci fa, per aiutarci a stare più vicini a Gesù.

Ecco cinque consigli pratici per chi vuole iniziare a pregare la corona:

1. Il modo più facile per cominciare ad amare il rosario è abituarsi a portare in tasca una corona. Si tratta di un gesto semplice di affidamento a Maria. Un modo molto concreto e per nulla faticoso di esprimerle il nostro affetto filiale. Ogni volta che mettiamo la mano in tasca, possiamo dire un'Ave Maria, oppure invocare semplicemente Maria con il titolo che ci è più caro (Maria Ausiliatrice prega per noi; oppure Maria aiutami) o con parole spontanee che ci suggerisce il cuore...

La preghiera del Rosario

LETTERA APOSTOLICA
ROSARIUM VIRGINIS MARIAE
DEL SOMMO PONTEFICE
GIOVANNI PAOLO II
ALL'EPISCOPATO, AL CLERO
E AI FEDELI
SUL SANTO ROSARIO
 
INTRODUZIONE
1. Il Rosario della Vergine Maria, sviluppatosi gradualmente nel secondo Millennio al soffio dello Spirito di Dio, è preghiera amata da numerosi Santi e incoraggiata dal Magistero. Nella sua semplicità e profondità, rimane, anche in questo terzo Millennio appena iniziato, una preghiera di grande significato, destinata a portare frutti di santità. Essa ben s'inquadra nel cammino spirituale di un cristianesimo che, dopo duemila anni, non ha perso nulla della freschezza delle origini, e si sente spinto dallo Spirito di Dio a « prendere il largo » (« duc in altum! ») per ridire, anzi 'gridare' Cristo al mondo come Signore e Salvatore, come « la via, la verità e la vita » (Gv 14, 6), come « traguardo della storia umana, il fulcro nel quale convergono gli ideali della storia e della civiltà ».(1)